smoothie di pesca e albicocca

Rimando, rimando e poi non lo faccio. Non so forse è la primavera ma sono stata assalita dalla voglia di fare niente. Tutto ciò che preparo o organizzo proviene dalla lista di cose che proprio non se ne può fare a meno. Per tutto il resto penso poi dopo lo faccio ed invece…semplicemente mi dimentico oppure mi trastullo e siccome il tempo scorre poi arriva il momento delle cose indispensabili da fare e tutto passa in secondo piano. Se è la primavera non mi preoccupo perché allora significa che passa, però intanto oggi nel programma c’era il mio cambio di stagione e la compilazione del 730…considerando che sono quasi le 18.00…. mi dico che i due compiti insieme forse erano troppo ardui, magari riesco a farne mezzo.
Però ho preparato questo smoothie o per dirla in italiano questo frullato, questa purea di frutta estiva che finalmente si trova e devo dire nemmeno a prezzi tanto alti. Sono contenta perché è segno che l’estate è vicina!
Gli ingredienti: tre pesche piccole, 3 albicocche, 2 cucchiai di yogurt bianco, 1 cucchiaio di zucchero
bicchiere mini dessert prestige Poloplast
Ho sbucciato due pesche e due albicocche, le ho tagliuzzate e messe nel frullatore. Ho versato il frullato in un largo bicchiere e ho aggiunto lo yogurt,  lo zucchero ed ho mescolato. Ho tagliato la restante frutta a spicchi piccoli e ho decorato poi ho messo in frigorifero fino al momento di mangiarlo o berlo.
Le dosi possono variare: più yogurt se piace un gusto più acido, più o meno zucchero. Si può aggiungere una fogliolina di menta, dei pinoli tostati, della granella di nocciole ma anche senza è veramente gustoso, fresco e poi light…che non guasta mai.
Vassoio Poloplast
Ringrazio Cecilia per il nuovo premio al mio blog! 
Grazie, grazie, grazie!!! Vi prego di passare dal suo blog è pieno di manicaretti, lei è una maga della pasta fresca e chi ha la fortuna di passare dalle sue parti può fermarsi da lei per un assaggio!!!

24 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.