panini morbidissimi alle cipolle egiziane

Mai sentito parlare di cipolla egiziana? Si? Invece per me è in assoluto la prima volta! All’inizio ho pensato che effettivamente fosse una cipolla proveniente dall’Egitto poi invece approfondisco meglio e scopro che si tratta di un ortaggio antico e coltivato prevalentemente in Liguria, in particolare nelle zone di Ventimiglia e della Valle della Nervia. Oltretutto è un prodotto slowfood e proprio sul sito della Fondazione Slowfood scopro che l’origine del nome “egiziana” è molto misteriosa, si sa solo che gli antichi egizi adoravano le cipolle e tutto ciò che aveva una forma sferica considerandolo simbolo di vita eterna.

L’ho scoperta grazie ad AIFB, l’Associazione Italiana Foodblogger che sempre più spesso  ci permette di conoscere da vicino produttori impegnati a “promuovere un modello di agricoltura, basato sulla biodiversità locale, sul rispetto del territorio e della cultura locale“. E così Marco Damele, un imprenditore agricolo di Sanremo, ha promosso insieme ad AIFB il contest “ma che cipolla d’Egitto” inviandomi non solo un bellissimo e dettagliato libro su questa cipolla e sui suoi possibili usi. ma soprattutto i bulbilli di cipolle che ho utilizzato per i miei panini. Non tutti però, due li ho piantati sperando di riuscire a ricreare sul mio balcone un pezzetto della sua Liguria.

Questi panini morbidissimi si possono mangiare così da soli oppure utilizzarli per dei piccoli paninetti da servire negli antipasti o nelle merende.

Print Recipe
panini morbidissimi alle cipolle egiziane
morbidissimi panini dallo stuzzicante sapore di cipolla
Porzioni
12 piccoli panini
Ingredienti
  • 250 g di farina tipo 0
  • 125 g di acqua a temperatura ambiente
  • 25 g di olio extra vergine di oliva
  • 1 piccolo tuorlo d'uovo
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiano di zucchero
  • 9 g di lievito secco
per la cottura delle cipolle
  • 6 bulbilli di cipolle egiziane oppure una cipolla bianca piccola
  • 1 cucchiaio di olio d'oliva extra vergine
  • 2 cucchiai d'acqua
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di pepe
Porzioni
12 piccoli panini
Ingredienti
  • 250 g di farina tipo 0
  • 125 g di acqua a temperatura ambiente
  • 25 g di olio extra vergine di oliva
  • 1 piccolo tuorlo d'uovo
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiano di zucchero
  • 9 g di lievito secco
per la cottura delle cipolle
  • 6 bulbilli di cipolle egiziane oppure una cipolla bianca piccola
  • 1 cucchiaio di olio d'oliva extra vergine
  • 2 cucchiai d'acqua
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di pepe
Istruzioni
  1. sbucciare le cipolle poi tritarle finemente. Scaldare l'olio in un padellino e farle dorare leggermente unendo due cucchiai di acqua per evitare che brucino. Salare e pepare e mettere da parte a raffreddare.
  2. Nella ciotola dell'impastatrice unire lievito acqua e zucchero. Mescolare per far sciogliere gli ingredienti. Aggiungere l'olio e il tuorlo. Miscelare bene poi unire metà della farina. Mescolare fino a quando tutta la farina sarà assorbita; unire il sale e altra farina, avendo l'accortezza di lasciarne almeno 3 cucchiai da parte che andrà utilizzata per il successivo impasto sul tavolo da lavoro. Aggiungere le cipolle ben raffreddate e mescolando amalgamarle al composto. Quando tutta la farina sarà assorbita e le cipolle saranno ben incorporate, rovesciare l'impasto sul tavolo e infarinandovi le mani dare qualche piega al panetto e poi lasciar lievitare coperto per almeno un paio d'ore.
  3. Dare all'impasto una forma rettangolare schiacciandolo un po' con le dita poi dividerlo in due parti. Ogni parte va ulteriormente divisa per ottenere 12 palline di impasto che andranno rotolate sul piano da lavoro con il palmo della mano per lisciarle bene.
  4. Rivestire la leccarda con carta forno e appoggiarvi le palline di impasto distanti tra loro. Spruzzarle con un po' acqua poi coprirle prima con la pellicola poi con un canovaccio pulito e asciutto e aspettare almeno un'ora per il raddoppio.
  5. A lievitazione avvenuta, scaldare il forno a 220° e dopo aver spruzzato ancora una volta con acqua i panini infornarli per circa 15 minuti. Sfornare e lasciarli raffreddare su una gratella.

Questa ricetta partecipa al Contest MA CHE CIPOLLA D’EGITTO! 2018

 

 

5 Comments

  • zia Consu ha detto:

    Non conoscevo questa varietà di cipolle e mi incuriosisce l’uso che ne hai fatto! Non sai come vorrei addentare uno di quei soffici paninetti 😛 gnammy

    • Marina Riccitelli ha detto:

      sono buonissimi Consu! nemmeno io avevo mai sentito parlare di queste cipolle, incredibile quanti prodotti buonissimi e tipici ci sono in Italia!! un bacio

  • Marilena ha detto:

    Ciao Marina,
    forse leggo male, ma le cipolle, quando si uniscono all’impasto?
    Cmq devono essere deliziosi!
    Auguri per il contest!

    • Marina Riccitelli ha detto:

      Marilena ciao!! Non hai letto male avevo proprio dimenticato il passaggio! Ma ora l’ho aggiunto grazie!! e si sono buonissimi!! 🙂

  • Luna ha detto:

    Ma sai che non ne ho mai sentito parlare? Devo cercarla nei mercati, soprattutto quelli come Piazza Vittorio, ricchi di tutti gli ingredienti provenienti da vari paesi 🙂 Detto ciò, complimenti per questi panini, sono meravigliosi ed immagino la loro bontà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.